LUKAKU, buone notizie dal Belgio. l’inter e conte sorridono

Giungono buone notizie per l’Inter e soprattutto per Antonio Conte, il commissario tecnico del BelgioRoberto Martinez, ha confermato in conferenza stampa che, De Bruyne e Lukaku non giocheranno per 90 minuti, questo è certo. 

Quando ci sono così tante competizioni non vuoi perdere tempo. Abbiamo avuto molte risposte, quando sei in nazionale è importante mostrare cosa puoi insegnare. È importante allenarsi bene e mostrare cosa sai fare”.

Conte ritrova Perisic, in due saltano Napoli-Inter | Le ultime

Una buona e due cattive notizie per Conte in vista del big match Napoli-Inter in programma domenica sera al ‘Maradona’

Quattro giorni al big match col Napoli, uno degli ultimissimi ‘scogli’ verso la conquista dello scudetto. Per la sfida contro la formazione di Gattuso, Antonio Conte recupera Perisic, out contro Bologna e Sassuolo per un problema muscolare e solamente in panchina domenica contro il Cagliari.

Difficilmente, però, il croato verrà schierato dal primo minuto, con Young quindi destinato a disputare la quarta partita consecutiva da titolare.

Per la buona notizia su Perisic, ce ne sono due di ‘cattive’. Stando a ‘La Gazzetta dello Sport’, per la sfida del ‘Maradona’ il tecnico dovrà rinunciare ancora una volta a Kolarov e, soprattutto, ad Arturo Vidal, ancora non ristabilitosi al cento per cento dopo l’operazione al menisco. Sponda Napoli, Gattuso dovrà rinunciare a Lozano (squalificato) e forse anche a Zielinski. Stando a ‘La Repubblica’ il polacco è alle prese con un guaio muscolare rimediato contro la Sampdoria.

Fiorentina Primavera, 2-0 al Genoa: è in finale di Coppa Italia

Una rete per tempo con Munteanu e Spalluto e la squadra viola stacca il pass per la sfida con la Lazio.

FIRENZE – E’ la Fiorentina la seconda finalista della Coppa Italia Primavera. Dopo la vittoria della Lazio sul Verona nell’altra semifinale, infatti, la squadra viola ha superato il Genoa 2-0 con una rete per tempo, firmate Munteanu e Spalluto. Sullo 0-0 la Fiorentina ha sbagliato un rigore con Fiorini

La partita

Nella prima frazione, la Fiorentina ha l’occasionissima del vantaggio al 19′: Marcandalli trattiene Pierozzi in area, è calcio di rigore. Fiorini si incarica della trasformazione ma il portiere del Genoa Agostini capisce tutto e respinge. Nel finale di primo tempo, il vantaggio viola: al 39′ Munteanu si vede dapprima respinta una conclusione da Agostini, ma poi è il più lesto ad avventarsi sulla ribattuta e insaccare, 1-0. Nella ripresa il Genoa va a caccia del pari con Piccardo, ma è la Fiorentina, al 7′, a passare in vantaggio con Spalluto, che fa sua la respinta di Agostini su Munteanu e insacca. Viola che cercano il tris all’11’ con Milani, Genoa che reagisce con Baseggio al 16′. Nel finale la Fiorentina cerca di mettere in cassaforte la finale: Munteanu al 22′ conclude di poco a lato, Fiorini al 24′ chiama Agostini alla deviazione in corner. 

Infortunio Zappacosta, il Genoa sorride: Tempi di recuperi

14 aprile 2021, Zappacosta

Nessuna lesione muscolare per Davide Zappacosta, come riportato già ieri da SOS Fanta. E Il Secolo XIX approfondisce la situazione: “Gli esami strumentali a cui è stato sottoposto l’esterno non hanno evidenziato lesioni. A questo punto le sue condizioni saranno valutate giorno per giorno. 

Difficile, se non impossibile, che Zappacosta ci sia già col Milan: rischiare affrettando i tempi avrebbe poco senso anche perché subito dopo ci sono due cruciali sfide ravvicinate con Benevento e Spezia.

In assenza di lesioni, il suo stop sarà meno lungo di quanto si poteva temere in un primo momento. E si può sperare di riavere Zappacosta già per uno dei due scontri diretti in programma la settimana prossima”, si legge. Buone notizie per Ballardini e i fantallenatori.

Primavera 1 : Sabato è tempo di derby dalla lanterna!

Sabato 15 andrà in scena il derby della Lanterna!

I ragazzi di Luca Chiappino, dopo la fantastica vittoria sulla Roma capolista, affronteranno la Sampdoria a Bogliasco: arbitrerà Cosso

Il Genoa Primavera vince il derby (foto di Genoa CFC Tanopress)

Sabato alle 15 andrà in scena il derby della Lanterna, edizione campionato Primavera 1. I ragazzi di Luca Chiappino, dopo la fantastica vittoria sulla Roma capolista, affronteranno la Sampdoria a Bogliasco che ha agganciato proprio i giallorossi in testa alla classifica. All’andata, vittoria dei rossoblù per 1-0: sarà un’occasione per proseguire il momento positivo.

La Can serie C ha stabilito che l’arbitro del match sarà Francesco Cosso di Reggio Calabria, con assistenti Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Roberto Fraggetta di Catania. Risultati e classifica del campionato Primavera 1.

Intanto, la Lega serie A ha stabilito date e orari delle semifinali della Coppa Italia Primavera: Fiorentina-Genoa si giocherà mercoledì 14 aprile alle ore 15.00 allo stadio Bozzi di Firenze. La squadra che passerà il turno affronterà la vincente di Lazio-Verona che si giocherà lo stesso giorno ma alle ore 13.00.

Chiellini: “Non è Pirlo il problema, ma la Juve”

Il difensore della Nazionale e della Juventus Giorgio Chiellini ha parlato da Coverciano in vista della sfida contro l’Irlanda del Nord

CHIELLINI: Qui non è un discorso di Pirlo o non Pirlo… Sicuramente la squadra non ha fatto fatto come si sperava, quest’anno sta manifestando dei problemi, ma il problema non è di Pirlo, ma della Juventus generale. Penso che pra come ora bisogna rivedere le statistiche e prepararci al meglio per le prossime partite. Ribadisco il problema non è Pirlo.

Morata: “Ronaldo? Spero resti ma deve essere felice”

L’attaccante spagnolo della Juventus Alvaro Morata parla del futuro di Cristiano Ronaldo.

MORATA: “Non ho la più pallida idea, non parlo molto con lui di calcio. Parlo con lui di calcio solo quando ci prepariamo per una partita e per abituarmi ai movimenti che fa lui. Nella vita può capitare qualsiasi cosa, e chissà poterlo guardare giocare insieme a me, perché a dir la verità perché ognuno vuole giocare con i migliori. Pero che resti, ma voglio il suo bene e la sua felicità. Io lo vedo bene! E ovvio che se sei abituato a giocare sempre i quarti di finale della Champions League e a vincere alcuni di quelle, ora come ora ti senti frustrato ed è una brutta botta sia per la squadra che per me che per Ronaldo.”

Chiellini: “La Juve non ha reso come si sperava. Bonucci è un capitano della Nazionale”

Il capitano bianconero dalla conferenza della Nazionale

Giorgio Chiellini ha aperto la conferenza stampa della Nazionale di oggi. Queste le dichiarazioni del capitano bianconero prima del CT Roberto Mancini.

PIRLO –“La squadra non ha reso come si sperava quest’anno, ma il problema è della Juventus in generale. Non credo di dovere rispondere su questo. Più che altro perché ci sono domande sulle nazionali. Hanno già parlato in maniera esaustiva sia Nedved che Paratici dopo l’ultima partita”.

NAZIONALE –“Io c’ero alla prima di Nations League contro la Polonia, vivere questo ambiente ti dà molto, a prescindere dal momento della Juventus. Tutti i giocatori vogliono andare in Nazionale, l’ambiente è magico e stare qui ti rigenera. L’aiuto reciproco carica anche chi non giocava. In Nazionale è più semplice che con i club. Ora sono arrivati giovani come Locatelli, Pessina, Bastoni. Ci sono tanti nuovi che non avevano mai assaggiato i colori azzurri. Questa Nazionale mi farà impazzire al quadriennio 22-26, quando i ragazzi diventeranno uomini. C’è grande potenzialità e voglia di confrontarsi: abbiamo assaggiato l’Olanda nella Nations League con due ottime partite, ad Amsterdam soprattutto. A Bergamo abbiamo fatto cambiare modo di giocare all’Olanda e non è scontato, fa capire il rispetto che c’è. Poi vedremo a giugno, perché in questo incastro non ci sono state grandi prove come negli altri anni”.

BONUCCI 100 PRESENZE – “Io sono stato un anno fuori, per cui è già un capitano della Nazionale e della Juventus”.

PRANDELLI – “Mi è dispiaciuto per lui. Già le parole post Benevento non mi erano piaciute: si percepiva il disagio. Conoscendolo, so che è molto sensibile, erano parole sentite che venivano da dentro. Mi dispiace, non conosco i motivi, posso immaginare che questi due anni abbiano contribuito. Gli ho mandato un messaggio con un abbraccio per la persona che è, oltre che per gli anni in cui abbiamo lavorato insieme. Sentire quelle parole fa male a tutti, sia a noi che lo abbiamo conosciuto che a voi”.